venerdì 16 agosto 2013

Il gioco della campana, lancia, conta e salta.

Il gioco della campana, un gioco delle tradizioni.
Il gioco della campana è un gioco perfetto per fare giocare i bambini all'aria aperta quando le belle giornate si fanno più frequenti ed è possibile passare del tempo all’aperto. 

Questo gioco, perfetto per i bambini,  può essere divertente anche per qualche adulto che voglia fare un tuffo nel passato, si tratta infatti di un'antico gioco tradizionale; se ne sono trovati riferimenti presso gli antichi egizi ed è diffuso in varie forme in tutto il mondo. Nell'Antica Roma veniva chiamato "gioco del claudus", ovvero gioco dello zoppo, perché si saltava su una gamba sola. 

Per potervi giocare è necessario, per prima cosa, tracciare a terra uno schema composto di caselle numerate; adatto per far questo è un gessetto come quello che si utilizza a scuola per scrivere sulla lavagna o in mancanza di questi si può cercare qualche sassolino tenero in grado di lasciare un segno leggibile per terra. 



Una volta, parte del gioco per i bimbi consisteva andare alla ricerca dei sassolini migliori per realizzare il disegno per terra. 

Esistono vari tipi di schemi, alcuni anche complessi e, le forme che possono assumere, sono perciò diverse; una volta decisa e disegnata la campana è necessario procurarsi qualche cosa da lanciare, come un sasso, un ciottolo, qualsiasi cosa non troppo grande, in modo che si possa lanciare comodamente. 

Gioco della campana migliora l'equilibrio nei bambini
A questo punto entrano in scena varie possibilità; all'inizio, per i bimbi un po' più piccoli che stanno imparando i numeri, in questo gioco è possibile proseguire con un passo o salto alternato. 

Lo schema si compone di 12 caselle dove alla base si trovano i numeri 1 e 2 poi, spostato in avanti ma centrato tra le precedenti, il numero 3, si prosegue con il 4 e 5 posti sopra il 3, sulla stessa "linea" del numero 1 e 2, e così via. Il bambino parte lanciando il sasso nella casella 1 e saltando con le gambe divaricate pone un piede su questo numero e l'altro sul numero 2 poi, prosegue con un solo piede sul 3, quindi i 2 piedi l'uno sul 4 e l'altro sul 5; di questo passo arriva al 12 poi torna indietro sempre saltando e riprendendo il sasso. 

Se tocca una linea con i piedi, deve abbandonare. La tappa successiva del gioco è lanciare il sasso dove capita e recuperarlo seguendo la stessa procedura, facendo sempre ben attenzione a non toccare la linea disegnata, né con i piedi né con il sasso. 

Un altro schema molto usato è quello che vede alla base solo il numero 1 su cui si salta con una gamba sola, all'inizio del gioco, per poi arrivare a gambe divaricate sulle caselle 2 e 3 poste parallele e spostate in avanti rispetto alla casella numero 1,  ed alternando successivamente gli altri numeri secondo lo schema dei primi tre numeri.

Per i bimbi più grandi invece si possono utilizzare anche schemi "obbligati" in cui si deve saltare nelle caselle decise prima dell'inizio del gioco. Pare, però, che la versione più impegnativa sia quella Birmana, in cu i bambini devono saltare accovacciati con le mani sulle anche .. un esercizio quasi acrobatico.

Insomma, un gioco divertente e molto semplice, adatto per sviluppare l'equilibrio, il coordinamento e l'attenzione; un gioco antico ma sempre utile, che appassiona i bambini e gli adulti. 

Su Amazon è in vendita un comodo ed economico prestampato per il gioco della campana, Dal Negro 55645 - Campana che permette di giocarlo anche al coperto e su superfici in cui non è possibile tracciare dei segni, ideale per molte mamme che non spesso hanno a disposizione parchi e cortili.

Campana  - Dal Negro


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...